Bolli autovetture: prevista sanatoria

La cassazione conferma la sanatoria per le cartelle fiscali inerenti ai bolli non pagati delle autovetture


Bolli autovetture

 

 

Prevista Sanatoria per i bolli, delle autovetture, non pagati; dall’anno 2000 al 2010 le cartelle saranno soggette a rottamazione.

La sanatoria sarà valida per gli automobilisti in regola con la precedente sanatoria.

Sovente ti domandi: perché? Vivi con l’ansia generata dal pensiero di essere in regola con i pagamenti.

Ma è un’ottima notizia per coloro che risultano debitori nei confronti del fisco.

 

Anche i super bolli delle autovetture, non pagati, saranno condonati il provvedimento è previsto nel contenuto del “Decreto Crescita”

Se non riesci a trovare il motivo di questo gesto samaritano del governo italiano non fartene una colpa.

Se sei stato educato a non essere un debitore non puoi pretendere di trasformare il tuo data base diventando l’opposto.

La signorilità si nota nel non approfittare dell’altrui onestà, perché chi è onesto nelle piccole cose lo è anche nelle grandi occasioni.


 

 


Bolli autovetture sanatoria

 

Poter guardare con serenità negli occhi della società: ti permette di essere un cittadino civile, sociale e libero dall’accertamento fiscale.

La cassazione conferma la sanatoria per le cartelle fiscali inerenti ai bolli non pagati delle autovetture inerente al decreto fiscale 2019.

Non sono a conoscenza di come si comportino le altre nazioni con i debitori fiscali ma in Italia, coloro che sono sempre regolari con i pagamenti:

provano vergogna per essere burlati dallo stato e dai debitori, perché i debiti lasciati insoluti, anche se condonati, vanno a carico dei cittadini che pagano le tasse.

 

In Italia arriva la sanatoria per le cartelle fiscali come per gli abusi edilizi:

i comuni permettono costruzioni, non concesse dallo stato, ma con un condono edilizio tutto diventa regolare e chi non lo paga: vedrà un giorno sanato il suo debito dalla società onesta.

Grazie Italia per l’esempio che dimostri al tuo popolo.