L’Italia non rispetta il diritto internazionale

Il governo italiano approva una legge che viola il diritto internazionale inerente alla ricerca e al salvataggio in acque internazionali


 

Diritto internazionale

 

L’Italia non rispetta il diritto internazionale approvando una legge che lo viola, sarà solo odio o altri meccanismi nascosti?

Il Diritto Internazionale: è il settore del “Diritto” che gestisce la vita della comunità internazionale.

 

Il diritto internazionale è suddiviso in: 

  1. Diritto internazionale pubblico
  2. Diritto internazionale privato

 

Il diritto internazionale pubblico si occupa dei rapporti tra gli stati sovrani e l’organizzazione internazionale.

Il diritto internazionale privato: si occupa dei rapporti tra cittadini stranieri e stati stranieri, ed è un insieme di regole, interne, proprie di uno stato.

La differenza sostanziale della struttura:

tra diritto internazionale pubblico e privato, consiste nell’assenza di un’autorità centrale dell’organizzazione internazionale che emani le leggi e le faccia applicare.

 

Ne consegue che la comunità internazionale emana i suoi decreti in piena anarchia che non ne permettono il rispetto internazionale.

Durante la decolonizzazione sono stati nominati: personalità giuridica internazionale tutti i movimenti insurrezionali

che hanno dato inizio a numerosi crimini di guerra tra i popoli che erano stati colonizzati dalle nazioni europee.

 

A questo punto puoi comprendere cosa intendo, come ho già scritto in passato, con la frase:

Nel mondo sta regnando l’anarchia, mentre la tanto amata democrazia ha preso il posto all’utopia, soprattutto in Italia.

 

Ma c’è dell’altro:

Dal 1989 la situazione in africa e in medio oriente si è aggravata perché i territori strategici occupati dalle superpotenze sono stati abbandonati.

Dando sfogo a numerose rivolte civili con conseguenti guerre atroci che hanno convinto milioni di individui a lasciare i loro paesi.



 


L’Italia non rispetta

il diritto internazionale

 

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite vuole intervenire insieme alla corte penale internazionale nei confronti dell’Italia per aver violato il diritto internazionale.

Per il comportamento delle ONG italiane che favorirebbero la violazione dei diritti umani commettendo anche crimini sull’umanità.

 

Tenendo presente:

che l’Italia ha già notevoli problemi economici e di disoccupazione oltre a considerare che è stata la nazione che ha sfruttato in minor misura la colonizzazione:

Resta difficile a molti italiani comprendere per quale motivo non si assumono la responsabilità le nazioni europee che sono direttamente interessate.

 

Ma anche economicamente più provviste di mezzi per far fronte alle necessità dei rifugiati sulle navi nel mediterraneo.

Non è un fenomeno legato all’odio come intende Carola Rakete,  persona che apprezzo per i suoi sforzi e il suo amore per l’umanità.

Ma è un problema interno dell’Italia e dei suoi cittadini che hanno già notevoli difficoltà da superare.

 

Fonti per la ricerca:

Wikipedia, Vita, Ansa Mondo Europa, Umanambuità